giugno 21, 2018

Intervista a Eoin Colfer

Come vi avevo anticipato, ecco l'intervista ad Eoin Colfer ^^. Ho dovuto lavorare un po' di traduzione ed un po' di memoria perché non si sentiva benissimo la registrazione, ma eccola qui finalmente!

D- Com'è iniziata la sua carriera nel mondo dell'editoria? E perché ha scelto come target principale i lettori di 11-13 anni?

R- Per molti anni ho fatto l'insegnante ed ho iniziato a raccontare storie per poter entrare in contatto con i miei studenti. E dal raccontare storie, sono poi passato a scriverle. Oltre alla scrittura per ragazzi ho anche scritto delle graphic novel, dei romanzi per adulti e anche libri per i più piccoli, quindi ho variato molto nella mia carriera. Però il pubblico con cui mi sento maggiormente affine è quello dei ragazzi delle medie.

D- Da dove trae ispirazione per i suoi romanzi?

R- Un po' dappertutto, non sai mai quello che ti potrebbe succedere durante la tua giornata. Oggi per esempio siamo qui a questo festival, mi guardo in giro e vedo per esempio a quel tavolo laggiù, quel gruppo di giovani attorno ad una scrivania *accennando ai volontari di Mare di Libri radunati attorno ad un pc  in sala stampa*. Lì, sicuramente sta succedendo qualcosa e sta prendendo già forma una storia.

giugno 18, 2018

Mare di libri 2018 - il viaggio e gli incontri

L'anno scorso ero davvero presa male. Tra incontri ed interviste, ho praticamente corso da una parte all'altra. Quest'anno ho imparato dai miei errori ed ho deciso di prendermela con molta più calma e con meno incontri in modo da potermi godere di più il festival.

La partenza è stata come sempre alle 5 di mattina, con pochissimo traffico durante tutto il percorso. Ormai pratici dall'anno scorso in poco tempo abbiamo parcheggiato la macchina a due passi dal centro, caricato lo zaino sulle spalle (di lui ovviamente XD, io avevo il borsone con i libri), abbiamo ritirato i biglietti per gli eventi che avevamo prenotato online, fatto il check-in nel meraviglioso hotel dell'anno scorso e tutto questo entro le 10. 

Il primo evento è stato quello delle 11.30, che avevo segnalato fra gli altri nel mio post precedente pre-manifestazione. L'incontro era quello dell'autore Manlio Castagna che ci ha presentato il suo "Petrademone". L'autore è davvero molto simpatico ed è riuscito ad intrattenere il pubblico con moltissimi aneddoti sulla sua vita che l'hanno portato a scrivere questo romanzo e non solo. 
Per prima cosa abbiamo visto il suggestivo trailer di questo romanzo, che vi allego qui sotto per darvi un po' l'idea di cosa parla il libro.


Il libro lo leggerò a breve in quanto rientra anche nella mia sfida mensile Ipse Dixit, ma nel frattempo vi lascio qualche piccola info raccolta durante l'incontro.
  • Frida, la protagonista del libro, è anche il nome di sua figlia e questo romanzo è dedicato a lei.
  • Ha iniziato a scrivere il libro come una sorta di terapia dopo la perdita del suo cane.
  • La tenuta di Petrademone esiste veramente ed è una allevamento di Border Collie e Manlio Castagna ha utilizzato questo allevamento anche per un'altro libro: "Io e il Cane" scritto con Roberto Mucelli.
  • All'autore non piaceva molto la scuola e per un po' invece di andarci, si dirigeva verso una casa abbandonata con un libro: "IT" di King.
  • Ha deciso di ambientare l'avventura negli anni '80 perché è stata un'epoca in cui c'era il senso dell'avventura. Si tratta di un tempo abbastanza vicino a noi, ma con molta meno tecnologia e quindi più propenso ad incrementare la curiosità.
  • Manlio ha scritto il libro prima di vedere Stanger Things e dopo aver finito la prima stesura, ha deciso di vedere la serie per curiosità perché era molto quotata. Dopo avela vista, ha dovuto riprendere in mano il libro perché c'erano troppe somiglianze con la serie, ed ha pensato che gli editori prendendo in mano il libro, potevano pensare ad un plagio dal telefilm.
  • Per lui è importate un elemento particolare del libro: La scatola dei ricordi. Frida è una ragazzina che ha perso i genitori e conserva alcuni momenti di vita passata in questa scatola. Sono proprio dei piccoli pezzi di carta dove lei scrive e rilegge alcuni momenti vissuti con i suoi, prima della loro morte. La scatola è importante perché quando le persone non ci sono più, è il ricordo di essi che continua a farli vivere. Muoiono veramente solo quando vengono dimenticati.
Tra le sue esperienze al Giffoni, il suo amore per "IT" e "I Goonies", Manlio è riuscito a trasportare i giovani lettori del festival in un mondo magico e fantastico.
Dopo aver guadagnato il suo autografo, io e il mio compagno ci siamo diretti a pranzo e poi abbiamo pazientemente atteso le due interviste pomeridiane: una con Fabio Geda, autore di Berlin insieme a Marco Magnone (che recensirò nei prossimi giorni), e di molti altri libri per ragazzi, e una con Eoin Colfer uno degli autori per ragazzi più famosi al mondo. Di suo ho letto e recensito qualche giorno fa T.E.M.P.O. L'assassino che veniva dal passato.
Sono state due interviste molto divertenti per me e non vedo l'ora di farvele leggere nei prossimi giorni. Per quella di Colfer dovrete aspettare un po' perché ho il materiale dell'intervista da tradurre, ma ho anche l'intero incontro svoltosi alle 20.30 nel fantastico scenario del Cinema Fulgor. Ho quindi tantissimo materiale audio da riascoltare, portate pazienza.

L'incontro delle 20.30 con Eoin Colfer appunto, è stato organizzato in questo meraviglioso cinema, ma più che un cinema immaginatevi un vecchio teatro con le pareti decorate d'oro e con poltroncine e pavimento rivestiti di rosso. Quando tutti gli ascoltatori hanno preso posizione io ho tirato fuori la mia agendina per prendere appunti, e mentre l'intervista dei ragazzi di Firenze iniziava, si sono spente le luci. Io ovviamente per non disturbare ho messo via la mia agendina ed ho acceso il registratore. Eoin è una persona molto divertente, ha quel classico umorismo inglese.. pardon irlandese. Ha acceso il pubblico con una serie di aneddoti e battute, innescate maggiormente al confronto con J.K. Rowling. Eoin ha raccontato di un fan della Rowling che gli ha chiesto se la conosceva e lui ha scherzosamente risposto "No, o meglio è una donna che continua a telefonarmi e io ogni volta le dico 'Ti ho dato l'idea del ragazzino mago, ora lasciami in pace'" e il fan gli ha urlato contro "No! Non è vero, non hai avuto tu quell'idea!". Insomma, Eoin Colfer è davvero un personaggio molto molto divertente.

Dopo l'incontro io e il mio compagno abbiamo fatto una passeggiata verso la spiaggia e abbiamo mangiato la classica piadina lungo il mare. Un'ulteriore passeggiata verso la ruota panoramica e il porto per fare qualche scatto notturno e poi una mezz'oretta di camminata per rientrare verso l'albergo in centro città.

La domenica mattina ero un po' stanca per il tanto camminare su e giù per le vie, credo anzi di essermi addirittura stirata un muscolo, ma c'era ancora la forza per un ultimo incontro: quello con Cath Crowley.
L'autrice alloggiava nel mio stesso albergo e l'ho intravista alla reception al momento del mio check-out, ma non volevo disturbarla subito. Cath Crowley è un'autrice che mi è stata caldamente raccomandata, quindi non vedo l'ora di buttarmi nella lettura di "Io e te come un romanzo" il prossimo mese. Questo libro parla di una ragazza che ha perso da poco il fratello ed è ancora in lutto. Torna dopo tre anni nella sua città natale dove ritrova la sua vecchia libreria e il suo ex-migliore amico. Un romanzo a due voci che parla di diversi tipi di amore (romantico, fraterno, familiare, amore per i libri e per la scienza) visti da Rachel ed Henry. Ecco a voi le piccole info ricavate dall'incontro:

  • Nel libro c'è una sezione della libreria chiamata "La biblioteca delle lettere" dove i libri non sono in vendita, ma sono lì per essere consultati. Si possono inoltre scrivere pensieri sulle pagine, sottolineare passaggi importanti o addirittura lasciarci dentro delle lettere. All'autrice è capitato di prendere in prestito un libro e trovare sottolineato lo stesso passaggio che aveva colpito lei.
  • A metà della stesura del libro, all'autrice è morto il padre ed aveva smesso di scrivere. Un anno dopo, ha trovato l'amore ed ha ritrovato la forza di riaprire i libri del padre che aveva messo via. Dentro di essi ha trovato una serie di bigliettini che lei gli aveva scritto e così ha ricominciato a scrivere quel romanzo.
  • Per cercare ispirazione per il romanzo ha fatto lei stessa un salto indietro con la memoria ed ha inserito i libri che amava sotto forma di citazioni, ed in più ha chiesto ai giovani adulti di consigliarle dei libri che poi ha letto ed inserito a loro volta.
  • Cath avrebbe voluto intitolare il libro originale "The Howling boy", come il nome della libreria dove lavora Henry, ma all'editor sembrava più un titolo da libro horror.
  • L'autrice avrebbe dovuto consegnare il libro in un anno, invece ne ha impiegati ben sei.

L'incontro è stato più incentrato sulla lettura, come quello di "Tutta la verità su Gloria Ellis" dell'anno scorso. Ci sono stati infatti due ragazzi molto bravi che si sono alternati nella lettura dei brani di "Noi due come un romanzo", che hanno fatto sentire i sentimenti di Rachel e Henry ai giovani lettori intervenuti all'incontro.

La mia avventura a Mare di Libri è finita dopo quell'incontro. Io e Matj, il mio compagno, siamo tornati piano piano fino a casa, senza deviazioni al Parco Safari stavolta.. ma un pensierino di fermarci a Mirabilandia c'era. Magari il prossimo anno ^^

Di questo festival mi porterò dentro gli incontri-lampo con Denise e Vanessa, due blogger che ho visto molto frettolosamente, l'intervista con Geda sui gradini del Teatro Galli, e quella con un mostro sacro come Colfer, la bravura dei ragazzi che hanno gestito tutto il festival (da quelli che gestivano le sale, agli intervistatori, ai cameraman, fotografi etc.), la paziente Anna che ha gestito le interviste, gli autori che ho incontrato e anche quelli che ho intravisto ma che non ho avuto la prontezza di fermare e scambiarci due parole.

Durante la manifestazione ho fatto qualche foto. Non sono molte, ma le potete già trovare nella mia pagina Facebook --> QUI.

A presto con i post delle interviste e le recensioni dei libri ^^

giugno 14, 2018

Le fiabe del dodo #31

Questa fiaba l'ho scoperta grazie ad una persona che mi ha passato un pdf di una raccolta di fiabe giapponesi alcune molto famose, altre meno. Ho scelto proprio una fiaba di cui non avevo mai sentito parlare e si intitola Hanako dal grande cappello.

giugno 11, 2018

T.E.M.P.O. L'assassino che veniva dal passato - Eoin Colfer

In preparazione a Mare di Libri, ho deciso di prendermi avanti e prendere questo libro di Eoin Colfer. Non ho puntato sulla saga più famosa dell'autore, "Artemis Fowl", ma magari la recupererò in seguito. 

Titolo: T.E.M.P.O. - L'assassino che veniva dal passato
Titolo originale: W.A.R.P. - The Reluctant Assassins
Saga:W.A.R.P. #1
Autore: Eoin Colfer
Anno di pubblicazione: 2014
Casa editrice: Mondadori
Genere: ragazzi, avventura, sci-fi
Link Amazon

Trama:

Riley ha quattordici anni e vive nell'affascinante Londra del 1898, dove lavora come assistente del sicario Garrick, che vuole costringerlo a commettere un omicidio. Ma appena prima che Riley sferri la coltellata fatale, il ragazzo si trova catapultato nella Londra dei giorni nostri. 
Qui la ribelle Chevron, sedicenne agente dell'FBI in missione in Inghilterra, lo arruola nell'operazione T.E.M.P.O., che protegge i testimoni scomodi nascondendoli nel passato. E ora lo spietato Garrick li cerca entrambi: è disposto a tutto pur di ucciderli... anche a cambiare per sempre la Storia e i destini del mondo. 
Ha inizio così la fuga dei due ragazzi tra il presente e l'età vittoriana, in un'avvincente avventura che mescola l'incanto delle opere di Charles Dickens e la suspence delle imprese di James Bond.

Giudizio 4 su 5:

Il libro è davvero molto carino, non privo di difetti, ma decisamente avvincente.
La storia racconta di due protagonisti che vivono in due tempi diversi. Riley è un ragazzino dell'epoca vittoriana che fa da assistente ad un pericoloso assassino di nome Garrik. Una notte, i due sono in missione per commettere l'ennesimo omicidio su commissione e a farlo dovrà essere proprio Riley. Il ragazzino è titubante ed è il suo maestro a dare il colpo mortale al paranoico uomo designato come vittima.
Poi accade una cosa strana; il corpo dell'uomo inizia a brillare di una luce arancione e lui e Riley vengono teletrasportati, lasciando Garrik da solo nell'epoca vittoriana. Riley e il cadavere riappaiono molti anni dopo, ai giorni nostri, dove Chevie è incaricata di sorvegliare da mesi una misteriosa capsula. Si tratta di un lavoro noioso, che però una sera si rivela molto interessante e pericoloso quando Riley e un cadavere appaiono dalla misteriosa capsula.
Chevie finalmente scopre che quella capsula altri non è che una macchina del tempo, progettata per un esperimento governativo speciale di protezione testimoni. Il cadavere era colui che aveva inventato questo sistema, che si stava rifugiando nel passato.
Riley non è pericoloso, ma il suo maestro sì. Garrick, era intrappolato nel passato ma quando una squadra speciale torna attraversare il tunnel temporale per ripulire la scena del crimine, riesce a sopraffare tutta la squadra, permettendo poi all'assassino di arrivare ai giorni nostri e con il bagaglio culturale della sua ultima vittima.
Un pericoloso assassino a piede libero nell'epoca moderna e due ragazzini che gli intralciano la strada. Inizia così questa avventura attraverso i secoli per impedire ad un uomo malvagio di conquistare il passato.

Il libro spicca per il suo ritmo adrenalinico che trascina il lettore il una sequenza di eventi mozzafiato. La lettura è molto semplice e scorrevole e si legge in poco tempo combinando la scorrevolezza del testo ed il ritmo incalzante. Si passa dal tempo moderno, quasi futuristico con le capsule del tempo, all'epoca di Jack lo Squartatore con le guerre fra poveri di Londra.

Di questo romanzo ho apprezzato moltissimo l'ambientazione. In un primo momento la caccia si svolge nell'epoca moderna, mentre poi si sposta nel 1800. Ho apprezzato come all'inizio fosse Chevie a sapere come muoversi nell'ambiente, mentre poi tocca a Riley far fruttare la sua esperienza dei bassifondi londinesi.
I protagonisti sono tre:
Chevie è una ragazza dell'F.B.I. che è stata trasferita a Londra per aver creato caos in una missione sotto copertura. Ha un carattere deciso, una mente sveglia e non vede l'ora di tornare in America e riprendere il suo cammino per entrare ufficialmente nel Bureau. Purtroppo il suo carattere peperino a volte riesce a tirarla fuori d'impiccio, ma altre l'opposto. In pratica non sa mai quando tenere la bocca chiusa.
Riley è un ragazzino inizialmente timido ed impaurito. Quando invece ritorna nella sua epoca, riesce a mostrarsi più sicuro, anche perché inizia a liberarsi dal giogo della presenza soffocante di Garrick.
Garrick è un cattivo di quelli con la C maiuscola. Non c'è la benché minima traccia di bontà in lui e anche se il lettore è a conoscenza della sua storia passata, nulla riesce a giustificare tutti i brutali omicidi che ha compiuto solo per il suo tornaconto o per il suo semplice gradimento.

Il punto negativo di questo romanzo è l'eccessiva violenza che viene descritta. Durante tutti gli omicidi che compie Garrick, ogni dettaglio sanguinoso viene descritto rendendo la lettura macabra. Tecnicamente questo libro dovrebbe essere adatto ai ragazzini da 11 anni in su direi, ma queste parti mi sembrano troppo vivide per questa età. Per questo motivo non ho potuto dare un voto pieno a questo romanzo.

In conclusione: un libro molto avvincente, che riesce a catturare il lettore fra le pagine e fra le sue ambientazioni. Punto positivo per Garrick che è un personaggio malvagio al 100%, ma punto negativo per la troppa violenza descritta.


Vi darò più informazioni sul libro prossimamente andando all'incontro con l'autore a Mare di libri. Stay tuned!

giugno 08, 2018

Eat me or drink me #19 - segnalazioni

Che periodo ragazzi. Questa settimana (quasi) di ferie dal blog mi serviva perché ho avuto davvero parecchie cose da fare. Comunque oggi torno per segnalarvi alcune delle uscite del mese che hanno attirato la mia attenzione e per avvisarvi che giugno sarà un mese un po' strano per il blog. Andrò a Mare di Libri e avrò quindi un paio di post in cui vi narrerò di questa avventura, forse organizzerò un giveaway per il 5° compleanno del blog.. Insomma ci sarà da divertirsi (e lavorare il doppio XD). Bando alle ciance, ecco le uscite di giugno che mi ispirano un sacco:

Per la Delrai Edizioni è uscito il 4 giugno "Collezione Privata" di Eveline Durand. Uno steampunk molto promettente (Link QUI).

Trama:

Julian West Johanson è un medico dall’ego spropositato e uno scienziato eccezionale: nel giardino della sua enorme tenuta ama collezionare creature particolari. Non animali normali, ma esseri prima congelati in celle dalla tecnologia all’avanguardia, nei tempi difficili in cui l’imperatrice Cristine De Mustang non permette agli abitanti di muoversi nei cieli e in modi rapidi via terra. Amante delle aste clandestine, Julian rimane stupito alla vista di una cella criogenica di insolita fattura, che appartiene a un periodo passato, e ancora di più dal suo contenuto: una donna, dall’identità ignota. Sconvolto dalla dubbia moralità della vendita, il suo migliore amico Romery non perde tempo e inizia a fare offerte per un “oggetto” tanto raro, aggiudicandosi la ragazza addormentata con i soldi della famiglia Johanson. A questo punto non gli rimane altra scelta che portare la sconosciuta con loro.

Per la Mondadori, uscirà il 26 giugno "Il destino divide" di Veronica Roth, il sequel di "Carve the Mark" (Link QUI).

Trama:

Il destino li ha fatti incontrare. Ora sta per dividerli. Non ci si può opporre al proprio fato. Sarebbe sciocco, oltre che inutile, perché non si può andare contro qualcosa di inevitabile. Lo sanno bene Akos Kereseth e Cyra Noavek, eppure, fin dal momento in cui è stato reso pubblico il loro, di fato, si trovano in bilico tra l'accettazione del proprio destino e il desiderio di tentare l'impossibile e cambiarlo. Akos non ha potuto fare a meno di innamorarsi perdutamente di Cyra, nonostante il suo fato preveda che lui morirà proprio al servizio della famiglia Noavek. E quando il padre di lei, Lazmet - un tiranno spietato e senz'anima che tutti avevano creduto morto -, torna alla ribalta reclamando per sé il trono degli shotet, il ragazzo si convince che la sua fine è ormai vicina. Nel momento in cui Lazmet innesca la tanto temuta guerra tra thuvhesiti e shotet, i due ragazzi sanno di non avere scelta, devono cercare di fermarlo in tutti i modi possibili. Anche se per Cyra questo potrebbe significare togliere la vita a suo padre, e per Akos perdere la propria. In un colpo di scena sbalorditivo, i due scopriranno quanto il fato che guida le loro vite possa sorprenderli in modi assolutamente inaspettati.

Ieri è uscito per la Salani "I custodi - Lo scrigno e la libellula" di Ted Sanders (Link QUI).

Trama:

Horace crede fermamente nelle coincidenze: perciò quando per strada vede un cartello con su scritto il suo nome decide di indagare. Scoprirà così l'ingresso per la Casa delle Risposte, un gigantesco deposito sotterraneo pieno di oggetti misteriosi e altrettanto misteriosamente catalogati dove, però, troverà solo domande…

Infine recupero un titolo della DeA Planeta, che a maggio è uscita con questo titolo molto particolare: "Le amiche stupende" di Georgia Clark (Link QUI). Dal titolo potrebbe sembrare un romance, ma aspettate di leggere la trama..

Nella New York dei lavoretti precari, degli amori difficili e dei sogni a perdere, Evie, Krista e Willow sono tre ragazze normali – e amiche inseparabili. Quando una vecchia conoscenza regala a Krista una boccetta contenente un misterioso liquido viola, lei non immagina che la sua vita stia per cambiare di colpo. Poche gocce del bizzarro intruglio e si ritrova in possesso di un visetto da bambola e di un corpo perfetto. Non un semplice upgrade delle sue sembianze normali, ma qualcosa di completamente diverso e perfettamente inspiegabile: la grazia incarnata, l’ideale divenuto realtà. Temendo che l’effetto del Pretty – così le ragazze battezzano la strana pozione – possa svanire all'improvviso, Krista non perde tempo nel presentarsi a un provino che, tra disavventure ed equivoci, le spalanca le porte di un’improbabile carriera d’attrice. Evie e Willow, intanto, a loro volta trasformate da qualche goccia del liquido viola, sperimentano ciascuna a proprio modo il travolgente potere della bellezza. Ma proprio quando sono ormai a un passo dal realizzare le loro fantasie più sfrenate, le tre amiche si ritrovano faccia a faccia con le debolezze e le contraddizioni che le rendono irrimediabilmente se stesse. Perché non c’è avventura più grande che imparare ad amare e ad amarsi. Tagliente, provocatorio e spudoratamente divertente, Le amiche stupende è il ritratto senza filtri né sconti di una generazione cresciuta nell’era dei social e dei reality, ma non per questo meno affamata d’amore e di verità.

Concludiamo con un paio di voci di corridoio (o rumors che dir si voglia) sulle uscite dei prossimi mesi:

  • Finalmente l'Italia sembra essere pronta ad accogliere la saga di A Court of Thorns and Roses. Le prime indiscrezioni danno l'uscita di questo libro in autunno.
  • Sempre in autunno si sposta l'uscita di "Our Dark Duet" il seguito di "Questo canto selvaggio". Sarebbe dovuto uscire questo mese, invece pare che sia slittato.
  • Sembra prossima da parte della DeA Planeta l'uscita del secondo e conclusivo capitolo di Flawed della Ahern. Tempo addietro mi era arrivata voce che doveva essere pubblicato in primavera, ma poi nulla.. ora invece sembra che forse ci siamo.

maggio 30, 2018

Un bacio sotto le stelle - Melissa Landers

Come sta andando la settimana? La mia è piuttosto impegnativa per una serie di impegni che mi sono accollata. Anche le mie letture ne stanno risentendo in questo periodo, arrivo a casa da lavoro e dormo XD Quindi ho deciso, dopo questo post di prendermi una settimana di ferie per riposarmi ed organizzarmi per Mare di Libri. Ma bando alle ciance, vi lascio con questo mio ultimo post prima del riposo che chiude la mia challenge Ipse Dixit del mese di maggio^^ proposta da Denise di Reading is believing. Il libro scelto è Un bacio sotto le stelle, sequel di "Un amore oltre le stelle" di cui vi consiglio di leggere la recensione mia prima di buttarvi a leggere questa.

Titolo: Un bacio sotto le stelle
Titolo originale: Invaded
Saga: Alienated #2
Autorice: Melissa Landers
Anno di pubblicazione: 2016
Casa editrice: Newton Compton
Collana: Vertigo
Genere: YA, alieni, sci-fi

Trama:

Cara sapeva che la sua permanenza sul pianeta Leria non sarebbe stata una passeggiata, eppure si sente sola nella nuova scuola, circondata da alieni ostili. Nemmeno la colonia, nella quale si cercano di fondere le due culture, le sembra rassicurante. Lei e Aelyx, un giorno, potrebbero vivere insieme lì, ma sono così pochi gli spazi di libertà concessi che Cara comincia a dubitare di poter essere felice su quel pianeta, anche con il fidanzato al suo fianco. Intanto Aelyx è sulla Terra e sta cercando di rinsaldare l'alleanza tra i due pianeti. Gli esseri umani non sanno che la loro stessa sopravvivenza dipende dalla riuscita di questa impresa: solo i simili di Aelyx possiedono infatti la tecnologia per affrontare il problema della contaminazione globale delle acque che i governi stanno nascondendo, e di cui nessuno sembra davvero rendersi conto... 

maggio 27, 2018

Lea's lair - Mare di libri 2018


L'anno scorso a giugno, partecipai a questa piccola, ma carinissima manifestazione a Rimini. Ne sono rimasta talmente entusiasta, che ho deciso di prendervi parte anche quest'anno. 
Mare di Libri si tiene dal 15 al 17 giugno e propone incontri con autori per ragazzi. 
Oggi vi voglio dare un paio di dritte su quali incontri, a mio avviso, possono essere interessanti. Ovviamente tutti gli incontri proposti sono degni di nota, quindi vi invito a visitare il sito della manifestazione per vedere tutti gli ospiti e gli incontri qui --> maredilibri.it.

Sabato 16 – ore 9.45 GUIDO SGARDOLI
Incontro con Guido Sgardoli intervistato dai ragazzi del Circolo dei lettori della Libreria La Casa sull’Albero di Arezzo, coordinati da Elena Giacomin Frozen boy l’ha consacrato tra i più importanti autori per ragazzi contemporanei, e The Stone e L’isola del muto non hanno tradito le aspettative dei suoi lettori. Un viaggio tra i suoi tanti, bellissimi libri, che saranno al centro delle domande degli intervistatori… e delle vostre!
Purtroppo per problemi di tempo non posso partecipare a questo incontro, ma ho già intervistato l'autore l'anno scorso (QUI), e recensito il libro The Stone - la settima pietra e vi assicuro che è una lettura molto appassionante.

Sabato 16 – ore 11.30 Dentro il libro PETRADEMONE incontro con l'autore MANLIO CASTAGNA
Petrademone è la tenuta degli zii di Frida, ma è anche scenario di misteriosi avvenimenti, e soprattutto il passaggio verso un imprevedibile e fantastico mondo parallelo… in cui Frida ha un ruolo chiave per il destino di tutti. Manlio Castagna ci racconta il primo volume di una saga che sta già appassionando molti giovani lettori.
Incontro a cui parteciperò ^^

Sabato 16 – ore 15.00 DAVIDE MOROSINOTTO
Avventura, storia, mistero… Davide Morosinotto sa accontentare qualsiasi lettore con le sue storie indimenticabili. Se avete amato Il rinomato catalogo Walker & Dawn, o avete seguito il viaggio dei protagonisti di La sfolgorante luce di due stelle rosse, le curiosità da soddisfare saranno tante. Oggi avrete l’occasione di farlo! 
Non ho mai intervistato questo autore, ma sono stata all'incontro di presentazione de "Il rinomato catalogo Walker & Dawn". Il libro mi è piaciuto molto e anche Davide Morosinotto è molto bravo ad intrattenere ed incantare il suo pubblico di giovanissimi.

Sabato 16 – ore 18.30 EOIN COLFER
Eoin Colfer ha creato universi che non smettono di appassionare i lettori: da Artemis Fowl con le sue avventure nel mondo del sottosuolo, ai viaggi in epoche diverse insieme ai protagonisti di T.E.M.P.O. Con i suoi libri l’autore irlandese regala da sempre ai suoi lettori la fuga in mondi fantastici e pieni di sorprese. Incontrarlo oggi è un’occasione da non perdere.
Ammetto la mia colpa di non aver mai letto nulla di Eoin Colfer, ma sono già pronta a rimediare. Mi sono già procurata una copia del primo libro della saga T.E.M.P.O. e lo leggerò prima della fiera, in modo da essere preparata per l'incontro^^

Domenica 17 – ore 9.45 Dentro il libro IO E TE COME UN ROMANZO Incontro con CATH CROWLEY
La vita di Rachel è solo l’ombra di quel che era fino a tre anni prima: ha cambiato città, ha perso il fratello, ha abbandonato il nuoto agonistico. Al suo ritorno a casa, però, l’amicizia con Henry è lì ad aspettarla, così come la libreria dove si sente così confortata. Tra le pagine di un libro c’è una lettera mai aperta, nascosta anni prima e che potrebbe interrompere il limbo di dolore dal quale non riesce a uscire.
Sono ancora indecisa su questo incontro. Diciamo che non è il mio genere, ma l'autrice è molto quotata, magari le darò una chance.

Domenica 17 – ore 11.30 KATJA CENTOMO
Scrive cartoni animati, fumetti, romanzi, è la mente dietro alla fortunatissima serie Monster Allergy, ma anche l’autrice di La strada per Pont Gun. Katja Centomo sa certamente come raccontare una storia coinvolgente. Se volete scoprire qual è il suo segreto, questa è l’occasione per porle tutte le domande che avete! 

Alcuni degli incontri sono a pagamento e i posti sono limitati. In caso vogliate prendervi parte, vi consiglio di prenotare attraverso il sito della manifestazione. Ci sarà comunque la possibilità di prendere i biglietti direttamente in loco.
Ancora una volta vi linko il sito dove trovare il programma, i contatti e tutte le informazioni che possono essere utili --> https://maredilibri.it/
Nel caso voleste passare a salutarmi, io sarò a Rimini dalla tarda mattinata del sabato al primo pomeriggio di domenica ^^

maggio 24, 2018

Miss Peregrine. La casa dei ragazzi speciali - Ransom Riggs


Non avevo pianificato di prendere questo libro, ma qualche tempo fa dopo l'uscita del film (che non ho ancora visto), ho avuto un'occasione per acquistarlo ed ora eccoci qua. Questo libro in particolare l'ho scelto come primo libro della challenge mensile Ipse Dixit in quanto soddisfa due obiettivi su tre di quelli proposti da Veronica di She was in Wonderland.

Titolo: Miss Peregrine. La casa dei ragazzi speciali (o La casa per bambini speciali di Miss Peregrine, dipende dall'edizione)
Titolo originale: Miss Peregrine's home for peculiar children
Saga: Miss Peregrine's Peculiar Children #1
Autore: Ransom Riggs
Anno di pubblicazione: 2016
Casa editrice: Rizzoli Editore
Genere: ragazzi, mistero, avventura
Link Amazon

Trama:

Quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d'altro, e di tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob decide di attraversare l'oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri piccoli orfani scampati all'orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e dei detriti di vite lontane, Jacob potrà stabilire se i ricordi del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, erano solo invenzioni buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, contenevano almeno un granello di verità, come sembra testimoniare la strana collezione di fotografie d'epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle fotografie ingiallite, bizzarre e non di rado inquietanti, fossero davvero, come il nonno sosteneva, speciali, dotati di poteri straordinari, forse pericolosi? Possibile che quei bambini siano ancora vivi, e che - protetti, ma ancora per poco, dalla curiosità del mondo e dallo scorrere del tempo - si preparino a fronteggiare una minaccia oscura e molto più grande di loro?

maggio 20, 2018

Sirene - Monica Rametta

Non avevo pianificato di leggere questo libro, diciamo che mi è capitato fra le mani. Avevo voglia di una storia che sapesse di mare e di leggerezza... insomma, una storia con le sirene. Questo breve libro, sarà riuscito a soddisfare le mie esigenze?

Titolo: Sirene - un'avventura terrestre
Autrice: Monica Rametta
Anno di pubblicazione: 2017
Casa editrice: Salani editore
Genere: sirene, romanzo

Trama:

Hanno centinaia di anni terrestri, ma sono giovani e belle e soprattutto determinate a dare un futuro alla loro specie. Per farlo, le sirene devono rinunciare alle meravigliose code da pesci e camminare sulla terra al fine di ritrovare l'unico tritone del Mediterraneo, Ares, fuggito per cercare la felicità tra gli umani. E tra gli umani - a Napoli - le tre sorelle sirene Yara, Irene e Daria devono imparare a muoversi e a vivere, senza rivelare il loro segreto. Potenti ammaliatrici, ma anche estranee alle abitudini terrestri, le sirene conosceranno l'amicizia, l'amore e il pericolo, osservando tutto dal loro punto di vista ingenuo e alieno. Attraverso il loro sguardo anche noi vedremo il mondo che ci circonda, con le sue contraddizioni, le sue distorsioni e i suoi tesori, come se fosse la prima volta. "Sirene" è una commedia fantastica in cui il mare e la terra vengono coinvolti nella battaglia più antica del mondo, quella tra maschi e femmine. Questo romanzo è basato sulla sceneggiatura dell'omonima serie tv, in onda su Rai 1, scritta sempre da Monica Rametto e Ivan Cotroneo, diretta da Davide Marengo.

maggio 17, 2018

Le fiabe del dodo #30

Ormai sento già il sentore del weekend alle porte... Sarò super impegnata, ma sarò attiva attraverso i social. Per oggi vi lascio una fiaba dei miei amati fratelli Grimm che non è macabra come al solito, anzi, a tratti comica. Si intitola "La saggia Gretel", che non è la Gretel di Hansel e Gretel XD.