ottobre 13, 2017

Book jumpers - Mechthild Gläser

Eccomi qui, pronta per una recensione un po' fuori programma. La lettura di "The Stone" di Guido Sgardoli, mi sta portando via più tempo del previsto e nell'attesa vi propongo la recensione di "Book jumpers" di Mechtild Gläser. Un libro di cui mi sono innamorata del titolo non appena l'ho visto ad una bancarella di pnlegge quest'anno. L'autrice l'avevo già sentita nominare per via di un'altra sua opera dal titolo "Emma, il fauno e il libro dimenticato" che era nella mia Wish List. Quando ho deciso poi di spendere il mio buono alla Giunti, "Book jumpers" ha avuto il sopravvento sull'altro.

Titolo: Book Jumpers
Titolo originale: Die Buchspringer
Autrice: Mechthild Gläser
Anno di pubblicazione: 2016
Casa editrice: Giunti Editore
Genere: ragazzi, fantasy, avventura, mistero

Trama:

Quando ha lasciato il suo paesino in Germania per passare le vacanze sull'isola scozzese da cui proviene sua madre, Amy non si sarebbe mai aspettata di poter "saltare" nei libri e di trovarsi faccia a faccia con i suoi personaggi preferiti della letteratura. Ma quella che poteva sembrare un'affascinante avventura si trasforma in un'impresa pericolosa quando cominciano ad accadere strane sparizioni...

Giudizio 5 su 5:

Ebbene sì, dopo due libri che per me sono stati leggermente deludenti, ho trovato finalmente un libro che mi è piaciuto tantissimo.

Dato che la trama di Amazon, non racconta molto degli eventi del libro, vi darò qualche informazione in più.
Amy e sua madre Alexis sono fuggite dalla loro casa per scappare rispettivamente dai compagni di scuola e da un amore finito male. Alexis è scappata di casa molto giovane e dopo poco tempo ha partorito Amy. Ora le due per sfuggire ai loro problemi, hanno deciso di passare le vacanze estive nella terra d'origine di Alexis in una piccola isola scozzese. In questo piccolo lembo di terra vivono pochissime persone, tra le quali anche la nonna della ragazza, che mette le cose in chiaro: per il periodo in cui Amy sarebbe stata sull'isola, avrebbe dovuto "leggere".
Amy scopre ben presto che sua madre le ha nascosto un particolare riguardante la sua famiglia: i Lennox tra i cinque e i venticinque anni hanno il potere di entrare nelle pagine dei libri e con i giovani della famiglia Macalister hanno il compito di proteggere la letteratura. 
Amy inizia così a saltare nel primo libro che le viene affidato, "Il libro della giungla" dove conosce la famosa tigre Shere Khan, ma questo non le basta. Inizia a visitare numerosi libri e diventa amica soprattutto di Werther, il famoso personaggio del libro di Goethe. Purtroppo però la vita all'interno dei libri non è così tranquilla. C'è infatti in giro un ladro che salta di libro in libro e ruba le cose fondamentali delle storie come il Bianconiglio di Alice, il lungo sonno della Bella Addormentata e il ritratto di Dorian Gray. A peggiorare gli eventi c'è la sparizione di un personaggio dai libri: Sherlock Holmes, portato nella realtà dal giovane Will Macalister dal libro "Il Mastino dei Baskerville"...

Da amante dei libri, ho adorato questa storia dalla prima all'ultima pagina. Nell'ultima recensione vi ho accennato al fatto che una storia deve avere un buon bilanciamento tra parte di azione e di descrizione. Questo libro è l'esempio di come questi due elementi sono stati sapientemente dosati per creare un intreccio avvincente, ma che in alcune parti lascia al lettore il tempo di riflettere e guardarsi attorno. Soprattutto in questo universo composto totalmente di libri conosciuti, ci dà una prospettiva diversa su storie già lette un milione di volte.
Quindi già dal punto di vista della scrittura, questa autrice è promossa a pieni voti. Un libro scorrevole e all'apparenza semplice. Dico all'apparenza perché ogni tanto appaiono nel libro dei termini un po' fuori uso che il lettore deve andarsi a ricercare. Non sono molti, ma danno quel senso di accuratezza nella scelta delle parole.

I personaggi principali del libro sono tre, anche se i personaggi secondari sono ugualmente belli ed importati. Non posso elencarveli tutti quindi punto sui principali, cercando di inserire più informazioni possibili senza incorrere in spoiler.
Ovviamente come avrete capito dalla trama, la storia che noi seguiamo principalmente è quella di Amy. La ragazza ha deciso di trascorrere questo periodo estivo nella terra d'origine di sua madre per sfuggire a dei compagni di classe che la ridicolizzavano. Si sentiva fuori posto e solo nei suoi amati libri riusciva a trovare rifugio. Quando scopre di avere la possibilità di entrare letteralmente nelle storie è stata molto felice e per poterli salvare da questo ladro, diventa pian piano sempre più coraggiosa come una vera eroina. Ha un buon rapporto con sua madre Alexis, anche se viene messo in dubbio dalle molte cose che le ha tenuto nascoste, ed inizia a conoscere sua nonna Lady Mairead, contentissima di avere una nipote saltatrice. 
Il compagno di viaggio che Amy ha nel mondo dei libri è il giovane Werther. Depresso, innamorato e spesso impaurito, è però la guida che serviva ad Amy per potersi destreggiare in questo nuovo mondo fiabesco. Anche se dovrebbe essere un personaggio molto triste, risulta invece comico a volte e dà un senso di leggerezza alla storia. Nei momenti cruciali, però, è sempre accanto ad Amy ed è l'aiutante migliore che io abbia mai visto.
Il terzo personaggio importante della storia è Will, rampollo della casata Macalister, che però ha lasciato il castello e vive da solo in una piccola casetta, lontano dal capofamiglia. Ha un buon rapporto con la cugina Betsy, anche lei saltatrice.
La scomparsa di Sherlock Holmes, lascia un enorme vuoto in Will che si sente colpevole di averlo fatto uscire dal suo libro. Le sue ricerche di Sherlock e le ricerche di Amy per scovare il ladro che si aggira fra i libri, portano i due a stretto contatto creando così la parte leggermente romantica del romanzo. La parte "rosa" infatti non è la componente principale del libro, e anche se presente non distoglie l'attenzione dalla storia principale.
Come poi accennavo i personaggi che ruotano attorno alla storia sono tutti molto carini. Sia quelli dei libri, sia la poca gente che abita nell'isola scozzese. Vale la pena leggere il libro per conoscerli tutti!

Questo libro può dare l'impressione di essere una storia leggera, ma in realtà man mano che si procede con la storia diventa sempre più cupa. Il ladro diventa sempre più aggressivo e tenterà di attaccare anche Amy stessa. Ci sono inoltre misteriose visite notturne al luogo dove avvengono i salti e inquietanti segreti su un antico libro distrutto. C'è anche la componente romantica fra i due protagonisti del romanzo, ma dura veramente poco perché la componente oscura del romanzo ha il sopravvento su tutto il resto. Una volta che entrerete in questo libro, farete fatica a staccare gli occhi dalle pagine.

Il finale è fantastico perché è sorprendente e assolutamente inaspettato. Personalmente ho finito il libro tutto d'un fiato dalla metà in poi perché gli indizi iniziavano ad accumularsi, il puzzle cominciava a ricomporsi, ma mai mi sarei aspettata un finale così.

Un'ulteriore punto a favore del libro sono delle brevi frasi tratte da un libro di fiabe che poi scopriamo essere parte della storia. Sono dei piccoli estratti che ci accompagnano durante la lettura e che ho trovato molto carini. Proprio da uno di questi brevi brani è tratta la citazione che vi propongo:
"La cosa più difficile era riconoscere il mostro, perché era abile a mimetizzarsi. Se non lo si guardava con attenzione, lo si poteva quasi scambiare per un uomo. Quasi."
In conclusione: Un libro bellissimo per chi ama i libri, le avventure, i gialli e le storie di paura. 

-fine recensione-

Nessun commento:

Posta un commento