giugno 03, 2017

Deep Blue - Jennifer Donnelly

Buon ponte e buon weekend ^^ Oggi continuiamo con le recensioni di libri in vista di Rimini. L'autrice di oggi è Jennifer Donnelly che ha scritto vari romanzi storici, ma anche questa serie sulle sirene, di cui oggi vi proporrò la recensione del primo volume. L'autrice ha pubblicato quest'anno anche un libro andato a ruba: si tratta di "Lost in a book", una storia ambientata nel mondo de "La bella e la bestia". Ma veniamo a noi, perché vi porterò nel mondo sottomarino di "Deep Blue".

Titolo: Deep Blue
Titolo Originale: Deep Blue
Saga: Waterfire Saga #1
Autrice: Jennifer Donnelly
Casa editrice: Disney Libri / riedizione Giunti
Anno di pubblicazione: 2014
Genere: fantasy, ragazzi, sirene

Trama:

Serafina, figlia di Isabella, Regina di Miromara, si prepara a diventare a sua volta sovrana di uno dei regni più antichi e gloriosi degli abissi. Un grande onore e insieme, a volte, un peso quasi insopportabile. 
La sera prima della cerimonia del "Dokimì", il rito crudele con cui dovrà dimostrare di essere degna del trono, Serafina è tormentata da un incubo che preannuncia il ritorno di uno spaventoso demone. Ma, al risveglio, la giovane, assorbita dai preparativi della cerimonia, dimentica l'angoscia. Serafina sta per rivedere la sua grande amica d'infanzia Neela e da lei spera di avere notizie del Principe Mahdi, suo cugino, nonché promesso sposo di Serafina stessa. Il "Dokimì" si svolge senza intoppi ma, sul finire della cerimonia, un misterioso attacco sconvolge la città di Cerulea, capitale del Regno. La stessa Regina Isabella è colpita a tradimento da una freccia avvelenata. Mentre la città e la Reggia sono in preda al caos, Serafina e Neela riescono a fuggire. Scoprono così di aver avuto entrambe lo stesso incubo e che in realtà non era affatto un incubo. È un richiamo, invece: qualcuno le ha prescelte. Insieme ad altre quattro sirene, con cui formeranno un indissolubile legame di sorellanza, partiranno alla ricerca dei sei talismani nascosti nei mari del mondo. Solo trovandoli sapranno ricacciare nelle nebbie del passato la mostruosa creatura che sconvolge gli abissi...



Giudizio 4 su 5:

La scrittura del libro è molto semplice, scorrevole e si legge in pochissimo tempo. Ci sono alcuni vocaboli strani in quanto l'autrice inventa un mondo sottomarino tutto suo e particolare, ma ho apprezzato moltissimo il fatto che alla fine del romanzo è stato inserito un glossario con tutti i termini più importanti da ricordare. Siano benedetti i glossari ^^
Mi sono piaciute molto la copertina, ed in generale il layout del romanzo. Ogni inizio capitolo infatti ha il disegno del mare in alto e i numeri delle pagine sono scritti a lato, così come il titolo del libri (riportato in ogni pagina sulla sinistra) e il numero del capitolo (riportato su ogni pagina destra).

Il punto forte di questo romanzo è decisamente la storia piena di azione. In 350 pagine, l'autrice riesce a creare un mondo sottomarino con le loro tradizioni e leggende, e contemporaneamente riesce anche a dare un'ottima dose di azione e magia. Ci sono infatti moltissime cose che accadono e, lo sapete, mi piacciono molto i romanzi avventurosi^^
Dopo il crollo di Cerulea, Serafina e Neela si ritrovano a dover scappare dal regno, ma la loro fuga non dura molto. Vengono catturate e portate al cospetto di Traho, il comandante delle truppe che hanno distrutto il regno. Traho, chissà come, è a conoscenza del sogno fatto dalle due giovani sirene e vuole i talismani citati in quel sogno. Fortunatamente le due sirene vengono poi salvate e portate in un posto sicuro nella laguna veneziana. Sicuro finché anche quel rifugio sicuro non viene attaccato. Inizia così la fuga delle sirene che dovranno recarsi al luogo del sogno per poter impedire la liberazione di una malvagia creatura. Nel loro percorso troveranno molti ostacoli, ma riusciranno anche a congiungersi con le altre sirene della profezia..
Questo libro è molto carino ed appassionante ed inoltre fa dei cenni agli umani e di come alcuni loro comportamenti stiano mettendo a rischio le popolazioni marine. Serafina e compagne avranno anche un incontro ravvicinato con un umano cacciatore marino di frodo.
Quindi oltre all'avventura, questo libro ha anche una tematica di fondo per la sensibilizzazione verso l'ambiente marino che mi è piaciuta moltissimo.

Il punto debole del romanzo, invece, sono i personaggi.
Il racconto viene narrato in terza persona, ma con i pensieri e le sensazioni di Serafina. In un paio di capitoli, invece seguiamo le emozioni di Neela ma questo cambio di punto di vista non è ben chiaro, e dato che viene usato in pochissimi capitoli a mio avviso, rompe un po' la linearità del romanzo.
Serafina è una giovane principessa che da sempre è stata istruita ai doveri su come essere una buona sovrana. La giovane sirena ha però molta curiosità, soprattutto riguardo alle origini del regno sottomarino. Questa curiosità la fa sentire stretta nella gabbia del suo castello e quello che agogna maggiormente è essere libera. La distruzione del suo regno le dà esattamente quello che voleva: la libertà, ma anche lei in fondo si rende conto che dalle sue azioni dipenderà il futuro dei sopravvissuti di Cerulea. Si rimbocca quindi.. le pinne ed inizia il suo cammino verso il fiume Olt.
Anche Neela è una nobile istruita come Serafina. Il suo più grande sogno è diventare una stilista, ma la sua famiglia è contraria in quanto i nobili non fanno lavori artigianali. Neela è molto timorosa, ma per il bene di Serafina, la segue dappertutto. Insomma la migliore amica che tutte vorrebbero avere.
Per quanto riguarda le altre sirene... boooh. Serafina e Neela le incontrano piano piano lungo il cammino verso il fiume dell'incubo che tutte hanno avuto ma non vengono approfondite più di tanto. Ling è la prima che si unisce e sembra la più coraggiosa di tutte, ma delle altre non sono riuscita molto ad entrarci in sintonia. Spero che nel secondo libro ognuna di loro venga approfondita.

C'erano anche dei maschietti all'inizio del libro, ma dopo la rovina ci Cerulea, se ne sono perse completamente le tracce. Nel senso che Serafina poi pensa solamente alla madre morente che ha lasciato indietro e allo zio che alcune voci dicono essere scampato all'attacco, e il suo promesso sposo.. quale promesso sposo? Avevo un promesso sposo? Neanche un pensierino piccolo piccolo.
Quando poi la giovane sirena ha un piccolo flirt con un altro tritone, non appena anche questi viene abbandonato al suo destino, anche lui finisce nel dimenticatoio. Spero che nel secondo libro anche queste piccole lacune per quanto riguarda i personaggi maschili, vengano riempite.

In conclusione: Un buon libro per ragazzi, ben scritto e con un'ambientazione molto accurata. La storia è appassionante con molta azione, ma i personaggi sono poco approfonditi. Troppo poco anche per un romanzo dedicato ai ragazzi dai 12 anni in su.

-fine recensione-

Nessun commento:

Posta un commento