aprile 18, 2017

Un amore oltre le stelle - Melissa Landers

Buon martedì^^ avete passato bene le festività? Io ho mangiato molto, giocato (ho provato un gioco in scatola nuovo che magari recensirò la prossima settimana), ma sono anche andata a fare due passi nella natura per smaltire i lauti pasti ^^ Ho ricevuto solo un ovetto piccino per proforma ma pazienza XD. Oggi vi propongo un libro YA di amore alieno dal titolo "Un amore oltre le stelle" che avevo acquistato poco prima di Natale in occasione dei grandi sconti della Newton Compton :3 Lo so, è passato molto tempo ma prima prendo i libri in offerta e poi con calma li leggo quando ho tempo, voglia ed ispirazione XD Via con la recensione!

Titolo: Un amore oltre le stelle
Titolo originale: Alienated
Serie: Alienated #1
Autrice: Melissa Landers
Anno di pubblicazione: 2015
Casa editrice: Newton Compton Editori
Genere: fantasy, YA, alieni

Trama:

Cara Sweeney è stata selezionata con cura per ospitare il primo alieno con cui gli umani hanno stabilito un contatto. Cara è emozionata: avrà accesso a un sacco di segreti e informazioni su di loro e il suo blog comincia a essere seguitissimo. Eppure tutte le aspettative di Cara vacillano quando conosce Aelyx. Gli alieni condividono quasi lo stesso DNA con gli umani, ma sono più freddi. Eppure un terrestre non potrebbe essere mai tanto bello. Quando i compagni di classe di Cara vengono travolti dalla paranoia anti-alieno, il college improvvisamente non è più un luogo sicuro. Nell’armadietto di Cara compaiono delle scritte minacciose e un poliziotto deve scortare lei e Aelyx in classe. Cara trova sostegno nell’ultima persona dalla quale sperava di averlo: Aelyx. E deve ammettere che lui non è solo l’unico amico che ha, ma anche il ragazzo di cui si è perdutamente innamorata. Aelyx però le ha nascosto la verità sul vero fine della sua venuta e sulle sue conseguenze. Quando Cara lo scopre, per lei inizia una lotta: per salvare se stessa, il ragazzo che ama e il pianeta…  

Giudizio 3 su 5:

Carino. La trama online però rispecchia poco dei contenuti del libro. Ecco come ve la propongo io.

Cara Sweeny è una ragazza molto intelligente e brava nella dialettica. Per questo suo talento viene selezionata per una borsa di studio da parte dei leriani, degli alieni che da qualche anno hanno fatto la loro apparsa vicino alla Terra.
La borsa di studio è molto allettante per Cara e le permetterebbe di avere una buona raccomandazione per qualsiasi università. Questo finanziamento però ha delle condizioni. Cara dovrà ospitare uno studente leriano per sei mesi e poi lei stessa sarebbe stata ospite da lui su Leria, senza contare che questo scambio culturale avrebbe segnato una svolta per i trattati dei due pianeti.
Cara, un po' reticente, accetta ma questa sua scelta le costerà prima il suo ragazzo Eric e successivamente anche l'amicizia di Tori. Entrambi hanno deciso di far parte del movimento contro gli alieni, movimento che ogni giorno di più fa pesare la vita scolastica di Cara e Aelyx.
La ragazza però nonostante tutte le difficoltà riesce sempre ad essere positiva e cerca di far sentire Aelyx il benvenuto sulla Terra, ma non è affatto facile. Prima di partire per lo scambio, l'alieno con gli altri due ragazzi del gemellaggio (dislocati una in Francia ed uno in Cina) hanno deciso di sabotare la missione perché considerano gli umani una razza inferiore e non degna dei trattati in corso con il loro pianeta.
Tutto cambia quando Cara rimane sempre più sola e l'unico suo appiglio rimane Aelyx. Entrambi si scoprono pian piano nonostante tutte le differenze culturali e riescono a stabilire una connessione affettiva che si trasforma lentamente in amore.
Il cuore di Aelyx è combattuto tra il portare a termine la sua missione di sabotaggio e il voler rimanere accanto a Cara per sempre e mentre questo sentimento sboccia, la situazione delle proteste contro gli alieni diventa sempre più pensante...

Come prima cosa come sempre vorrei soffermarmi sulla scrittura, che purtroppo è la grandissima pecca di questo romanzo. I refusi sono molti e spesso non c'è chiarezza nei dialoghi (chi ha detto cosa?) e ci sono a mio avviso troppi riferimenti a pubblicità del nostro tempo, come se l'autrice avesse voluto forzare l'ambientazione ai giorni nostri, alternate a slang o espressioni che proprio mi hanno fatto storcere il naso (cit. siamo fottute come una puta nel giorno di paga).. puta? Sbaglio o è veneziano caduto in disuso?
Un'altra cosa legata alla confusione della scrittura è legata all'edizione digitale. Purtroppo nei vari capitoli i cambi di scena non vengono separati con uno spazio sufficiente. Così il lettore si trova spiazzato dall'avere due scene ben distinte, scritte in modo da sembrare un unico blocco, non so se è così anche nell'edizione cartacea.

Ma andiamo oltre quello che è la scrittura da dimenticare, pensiamo ai contenuti.
Quello che il romanzo un po' si prefigge è sì di raccontare una storia originale, ma anche di far riflettere sul nostro comportamento di "umani" nei confronti del nostro pianeta e nei confronti dei nostri simili.
Aelyx è cresciuto in un pianeta dove le guerre sono sparite da moltissimi anni, tramite il controllo delle nascite; in pratica solo gli "esemplari" migliori potevano meritare la vita e si è fatta una selezione della popolazione leriana intelligente, buona e giusta. La loro razza si è quindi evoluta, ha delle fantastiche tecnologie e venera il pianeta chiamandolo Madre. Mi è piaciuta molto l'interazione che ha voluto creare l'autrice tra umani ed un popolo più evoluto. Un po' mi fa ricordato "L'ospite" della Meyer, ma sono due romanzi che si sviluppano poi in un modo totalmente diverso.
"Un amore oltre le stelle" è principalmente una storia d'amore tra due creature diverse ma contemporaneamente questo tema viene affiancato da delle piccole lezioni di sensibilizzazione. Il caso più lampante è quando Aelyx deve raccogliere i campioni dalla Terra ed analizzarli e trova che il pianeta è molto inquinato.
Altro punto che Aelyx fatica a comprendere sono le emozioni, specialmente l'odio nei suoi confronti. La sua gente non è violenta e spesso fa conversazioni con Cara sul comportamento errato della specie umana che ha la fobia di tutto ciò che è diverso. Tema molto attuale ai giorni nostri.

I protagonisti di questo libro sono due: Cara e Aelyx
Cara è la ragazza terrestre, molto intelligente e aperta ai leriani più di altri. La loro tecnologia ha infatti permesso a sua madre di guarire dal cancro e nonostante non sia convinta sul gemellaggio, non ha pregiudizi nei confronti di Aelyx.
Durante tutto il libro ho potuto conoscere un personaggio comunque positivo e tenace. Tutti quelli che le volevano bene a scuola, tutti coloro che la stimavano e perfino alcuni professori le fanno terra bruciata attorno ma lei continua la sua vita. Continua a supportare il gemellaggio leriano e fa del suo meglio per sopportare le cattiverie della gente che la circonda. Nota da subito che Aelyx è un bel ragazzo leriano, ma è il modo di pensare di lui che riesce a catturarla. Aelyx è molto intelligente e senza volerlo fa pesare questa sua mentalità superiore a tutti ma Cara riesce sempre a tenergli testa.
Sono fatti l'uno per l'altra ma ho apprezzato il fatto che non ci sia questo colpo di fulmine immediato e subito dopo coccole e baci. All'inizio fra i due c'è una certa curiosità, ma la loro attrazione si sviluppa molto lentamente e mi è piaciuta molto come scelta.

Ci sono molte cose che non vi ho detto di questo libro perché andrei incontro ad enormi spoiler, ma vi posso assicurare che questo romanzo ha moltissimi punti interessati soprattutto dalla metà in poi. Vi dico solo che ci sarà un cliffhanger molto bello che mi ha fatto venire voglia di leggere subito il seguito per vedere come prosegue questa trilogia.

Conclusioni finali: un buon libro, dai temi importanti trattati in modo molto leggero con una copertina bellissima (è uno di quei libri che comprerei per avere la copertina nella libreria). Una storia d'amore sviluppata bene ed un finale che mi ha fatto battere il cuore. Unica grande pecca la scrittura con veramente troppi errori e a tratti vaga.

Come sempre vi lascio una breve citazione dal libro, questa volta non sdolcinata e melensa ma un dialogo fra Cara e Aelyx abbinato al fattore della tematica trattata in modo leggera della sensibilizzazione generale:
""Non posso credere che non ti dia fastidio"
"Cosa non mi dà fastidio? La corruzione che c'è nel vostro sistema di governo? (...) L'inefficienza? Le masse disinformate che eleggono il candidato che promette le cose più impossibili?"
"La mancanza di libertà, sapientone"
"Ah, la libertà". Appoggiò la schiena alla sedia e incrociò le braccia, in modo presuntuoso e sicuro di sé. "Sopravvalutata""
-fine recensione-

Nessun commento:

Posta un commento